Breathe Moves: Dancing with F. Bacon



Spazio Ferramenta presenta:

Breathe Moves: Dancing with F. Bacon

Martedì 17 maggio 2016, ore 19

Performance di Ambra Gatto Bergamasco e Ivan Bert
ispirata all’opera di Francis Bacon



Spazio Ferramenta, per la serata di martedì 17 maggio, ospita due artisti torinesi di fama internazionale, Ambra Gatto Bergamasco e Ivan Bert, per la preview di Moving Bodies Festival, kermesse di arti performative e danza Butoh che si svolgerà a Dublino dal 24 al 29 giugno 2016 e a Torino dal 3 al 18 luglio 2016 presso il Teatro Espace.

Ambra Gatto Bergamasco -danzatrice-performer e ideatrice del festival- e Ivan Bert -musicista e compositore- duetteranno nello spazio di via Bellezia per dare nuova vita all’opera pittorica di Francis Bacon in un’azione che lavora sui confini e i conflitti, lavorando attraverso l’uso del movimento, del suono e dell’immagine.
La volontà di approfondire la relazione tra danza, musica e immagine sta all’origine di questa prima assoluta, una performance che amplia il progetto iniziato da Ambra Gatto Bergamasco ‘Breathe Moves: Dancing with F.Bacon’. Questo nuovo lavoro si concentra sull’uso del respiro come micromovimento -o movimento sovrapposto- della danza butoh in dialogo con le sonorità sperimentali della tromba di Ivan Bert attorno all’opera pittorica in un perfetto sincretismo di linguaggi.
Un atto creativo che, per affermarsi, parte dal vuoto e al vuoto ritorna attraverso movimenti e suoni che giocano tra l’estrema lentezza ed il ritmo sincopato.

Torino Fringe Festival a Spazio Ferramenta


Spazio Ferramenta
ospita il
Torino Fringe Festival 2016





(Duo)² – Passo a due

di / Pedro Montalban Kroebel
regia / Emiliano Bronzino
con / Riccardo De Leo, Gianluca Guastella, Lia Tomatis
costumi e scene / Augusta Tibaldeschi
coreografie /Christian Izzo
Debutto italiano di due pièce (l’autore è rappresentato in molti paesi del mondo) che si concentrano sulle dinamiche di coppia offrendo una metafora della condizione umana.
Dei protagonisti di Duo non sappiamo nulla, neanche il sesso; la storia è rappresentata due volte ribaltando i personaggi e gli interpreti in un gioco teatrale che pur utilizzando le stesse parole, racconta due storie completamente diverse.
Passo a Due, invece, racconta di un amore tra due persone che nascondono un segreto inconfessabile…
Orari repliche
dal 5 al 8 maggio ore 19:30
dal 11 al 15 maggio ore 22:30

In religioso silenzio

autore / Alberto Ierardi, Giorgio Vierdaregia / Alberto Ierardi, Giorgio Vierda,GiovanBattista Stortiinterpreti/ Alberto Ierardi, Giorgio Vierdaluci / Alice Collamusiche / George Gerrshwin, Lidia Martoranascene e tecnica / Andrea Forlenza (Ark8)
La resurrezione di Gesu Cristo. L’evento simbolo del cristianesimo. Come e andata veramente?E se fosse stata tutta una messa in scena? La finzione. Due maldestri e indifesi malviventi si trovano coinvolti in un piano criminale piu grande di loro: trafugare il corpo di Cristo. Stretti tra l’esigenza di mettere insieme il pranzo con la cena e la paura di essere inadatti, Tito e Dodo si trovano invischiati in una concatenazione di eventi che porteranno a un epilogo tragico.
Orari repliche
dal 5 all’ 8 maggio ore 21:00
dall’ 11 al 15 maggio ore 19:30

Danlenuàr

di /Giacomo Guarneri
con / Giacomo Guarneri
Marcinelle 1956. Una voce nel buio Una storia d’amore sullo sfondo di una tragedia.Agosto 1956: a 1035 metri sotto terra, in fondo alla miniera incendiata di Bois du Cazier, Antonio rivolge un ultimo pensiero a Genoveffa, sposata sette anni prima. Il loro matrimonio e stato un lungo scambio epistolare, che Antonio rievoca.
C’e la paura e il desiderio del viaggio, la solitudine e il fascino di ogni partenza… ≪Guarneri è capace di farci sorridere pur nella consapevolezza della tragedia che incombe.
(Premio E. M. Salerno)
Orari repliche:
dal 5 all’8 maggio ore 22:30
dall’ 11 al 15 maggio ore 21:00

Spazio Ferramenta arriva a NY


INTERNATIONAL CONTEMPORARY ART EXHIBITION

presenta il video della performance 
A pièce of paper 

di Francesca Arri e Gao Yuan 
a cura di Sara Bortoletto Spazio Ferramenta




La mostra, che inaugurerà il 3 settembre 2015 a New York City, curata da Fion Gunn in collaborazione con Juan Puntes e presentata da CAPA (Center for Asian Pacific Affairs) e WhiteBox, trae spunto dal concetto di 'Comfort Women ' durante e dopo la seconda guerra mondiale. Alla vigilia del 70 ° anniversario della fine della guerra, il progetto di arti visive newyorchese si sviluppa lungo tutto il Novecento e l'inizio del nuovo millennio andando ad indagare, su un piano più ampio, la violenza contro le donne in tutto il mondo.


L'esposizione approderà a Beijing il 25 ottobre e a Shanghai il 21 novembre 2015




Psichic TV @ Spazio Ferramenta!


Spazio Ferramenta

presenta il progetto curato da Associazione Decifra e Altolab

Psichic TV

Inaugurazione con performance
Giovedì 11 giugno 2015, dalle 19



Decifra in collaborazione con AltolabSpazio Ferramenta presenta Psichic TV rassegna di videoarte itinerante che vede i video d’artista proposti all’interno di un palinsesto televisivo.

Il progetto Psichic TV pone l’attenzione sulla comunicazione coatta dei media, innescando un cortocircuito tra contenitore e contenuto, evidenziando l’importanza del messaggio sul mezzo attraverso la ricerca degli artisti protagonisti di questa edizione. Il nome della mostra prende ispirazione dal gruppo di Genesis P. Orridge artista trans gender che opera nella commistione dei messaggi video, performativi e musicali, seguendo la tendenza alla mutazione e al cambiamento nell’arte come nell’ identità." 

Per questa edizione Psichic Tv presenta la performance di Lorenzo Abbatoir dove la normale percezione del suono viene alterata all’interno di un processo circolare che parte dal silenzio per poi ritornare al silenzio passando per l’elaborazione violenta del rumore.

Psichic TV è una opera Noise dove dal rumore della contemporaneità gli artisti riempiono di significato il palinsesto televisivo attribuendogli una nuova dignità di genere." 

 
PALINSESTO VIDEO

Alessandro Bavari, Alice Grassi, Aurora Meccanica, Elisabetta Di Sopra, Izabela Oldak, Manuela Macco, Massimo Spada, Maya Quattropani, Michela Depetris, Nicole Riefolo, Valentina Maggi, Yael Plat, Francesca Arri, Cinzia Ceccarelli, Debora Fede, Matteo Vettorello, Valentina Calzavara, Burly


http://www.decifra.org
http://www.altolab.it/


Francesca Arri / La marcia della locusta

The Others in Performance



Francesca Arritorna a The Others Fair con una nuova performance dal titolo “La marcia della locusta“, dove protagonisti sono l’artista stessa e un gruppo di  co-performer selezionati con una call pubblica e preparati attraverso un workshop della durata di tre giorni.

 
Il comportamento collettivo è tipico del mondo animale: estesi gruppi di animali, dai pesci agli uccelli, si muovono in branchi perfettamente coordinati tra loro tanto da formare un cervello collettivo che rende possibile il trasferimento di informazioni all’interno dello stesso gruppo. Il processo decisionale del branco è interconnesso – sia la locomozione che la sincronizzazione dei suoi elementi – tanto che, isolando un soggetto dal resto del gruppo, il soggetto in questione subirà un sensibile aumento del battito cardiaco e un senso di smarrimento tipico negli attacco di panico.
Il comportamento collettivo è altresì tipico dell’essere umano il quale si muove, pensa e decide alla stregua di un branco animale ed è verificabile nelle forme di socialità più spontanee – dal gruppo di amici i cui membri compiono gli stessi riti di passaggio – alle più complesse, che appoggiano o subiscono politiche di condivisione il più delle volte assurde.
Anche la locusta è un animale gregario che si muove in sciami: l’ottava Piaga d’Egitto si basa su una vera e propria invasione di questi insetti il cui effetto è quello di un enorme nuvola nera che oscura il sole e la cui voracità è così estrema da provocare una carestia.